Bujangasana o posa del Cobra reale

Il Cobra rinvigorisce a livello energetico. Stira i muscoli intercostali, permette alla cassa toracica di espandersi migliorando la capacità respiratoria. Stimola le ghiandole surrenali, dando un senso di lucidità e vigore.

Per creare una Posizione del Cobra uniforme e indolore, impara ad attivare i muscoli addominali nella posizione, attivando il pube, proteggerà la zona lombare. Gli addominali sono in grado di sostenere e proteggere la regione lombare, mentre ti spingi verso una maggiore apertura nella regione toracica. Una volta stabilizzata la zona lombare, puoi usare il Cobra per rinforzare la parte alta della schiena e il retro delle gambe e per stirare il torace e le spalle.

Quando hai finito di praticare il Cobra, compensare la posa con Balasana (Posizione del Bambino) per diversi respiri.

Supta Vajrasana

Si Inizia mettendosi nella posa del Diamante, con la posizione inginocchiata, seduta sui talloni (Vajrasana) con le ginocchia unite si distende con l’aiuto dei gomiti sul suolo, appoggiando la nuca e le spalle. Le braccia vengono piegate e poste sotto la testa. La posizione si tiene con il corpo completamente rilassato, piegarsi all’indietro lentamente. Per arrivare nella posizione finale appoggia le braccia estese dietro la testa e non piegate sotto la testa.

I benefici di Supta Vajrasana

Si rafforzano i muscoli delle gambe e dei glutei, l’allungamento aiuta in casi di problemi come sciatica, gotta, vene varicose, trombosi e reumatismi. Grazie al movimento all’indietro si migliora la flessibilità della schiena e la tonificazione dei nervi della colonna vertebrale. Allevia il mal di schiena. La posa massaggia gli organi addominali alleviando i disturbi della digestione, costipazione, diaframma e dolori mestruali per le donne. Accentua l’apertura del busto rinforzando cosi il petto e migliorando la capacita polmonare, utile per coloro che soffrono di asma o bronchiti croniche.

La posa è controindicata se si soffre di sciatalgia, dislocazione dei dischi intervertebrali, alterazioni dell’osso sacro o problemi alle articolazioni del ginocchio e nelle donne incinte.

Garudasana o posa dell’Aquila

Garudasana è una asana che lavora sui due aspetti energetici del corpo: quello yin, femminile, lunare e quello yang, maschile, solare. È importante quindi, per bilanciare i due aspetti fisico ed energetico, eseguire la posizione per la stessa durata da entrambi i lati. Inizia sempre dal sinistro, il lato lunare, recettivo.

Benefici:

Rinforza i muscoli di gambe e braccia
Riduce i sintomi della sciatica
Allunga e stira le spalle, le braccia e la parte alta della schiena
Migliora l’equilibrio e la coordinazione, l’attenzione e la concentrazione della mente.

Sconsigliata a chi ha lesioni importanti nella zona delle ginocchia o delle caviglie. E’ severamente controindicata anche nel caso di infortuni o protesi recenti alle anche.

Ayurveda e Autunno

Ayurveda e Autunno

La stagione autunnale è indubbiamente un passaggio stagionale davvero delicatissimo, sia a livello fisico che a livelli emozionale. I malesseri cronici tornano a farsi sentire, aumenta la stanchezza e talvolta il malumore o la tristezza. Ogni stagione è classificata in base alla prevalenza dei dosha. La stagione autunnale è indubbiamente un passaggio stagionale davvero delicatissimo, sia a livello fisico che a livelli emozionale. I malesseri cronici tornano a farsi sentire, aumenta la stanchezza e talvolta il malumore o la tristezza. Ogni stagione è classificata in base alla prevalenza dei dosha.

5 elementi e Dosha

I Dosha sono tre: KAPHA: primavera e prima parte dell’estate, da metà marzo a metà giugno. PITTA: estate e prima parte dell’autunno, da metà giugno a metà ottobre. VATA: ultima parte dell’autunno e inverno: da metà ottobre a metà marzo. Se invece parliamo di stagioni da un punto di vista climatico, si arriva a considerare ben sei stagioni: shishira (inverno), vasanta (primavera), grishma (estate), varsha (stagione delle piogge), sarat (autunno), hemantha (periodo freddo prima dell’inverno).Quello che noi chiamiamo “autunno” comprende dunque la stagione di sarat e quella di hemantha ed è dominato in parte dal dosha pitta e in parte da vata.

In realtà, le separazioni tra un periodo e l’altro non sono da intendersi in modo assoluto, ma come periodi intorno alle date che segnano i cambi di stagione, tenendo presente comunque gli slittamenti determinanti dal clima specifico dell’area presa in considerazione. In ogni caso, sono le problematiche legate a questi due dosha – pitta e vata – che potrebbero emergere e che vanno tenute sotto controllo.

Alimentazione Ayurveda

All’inizio dell’autunno, per esempio, potremmo constatare un aggravamento delle patologie pitta: gastriti, pruriti, difficoltà digestive; l’avanzare dell’inverno vedrà probabilmente l’aumento delle problematiche legate a vata, come ad esempio la rigidità articolare o la secchezza. Molto diffusa e tipica di vata è la malinconia o la depressione che colpisce molti individui proprio in questo periodo dell’anno. L’alimentazione nell’ayurveda è la prima medicina è il cibo che quotidianamente ingeriamo dunque è considerato un fondamento importante. Nella stagione fredda si lasceranno da parte i cibi crudi per favorire altresì pietanze calde e cotte al vapore o in umido.Si preferiranno le minestre le tisane e infusi nel corso della giornata. Sono da preferire i cibi dolci, salati e acidi a discapito di quelli astringenti, amari e piccanti. Incrementare l’attività fisica. Se si pratica yoga, è consigliabile aumentare le sedute settimanali oppure provare quelle tipologie di yoga più dinamico.

Nella pratica quotidiana non si dimenticherà di eseguire il saluto al sole e di dare spazio alle posizioni in piedi, posizioni di equilibrio (posizione l’albero, per esempio) o di stabilità (come virabhadrasana I e II nelle immagini che seguono).

È inoltre importante non trascurare il pranayama (la respirazione) per rinforzare i polmoni in vista dell’inverno così come praticare con regolarità la purificazione dei condotti nasali, una sanissima abitudine che si eviterà molti fastidiosi raffreddori, come il lavaggi con la lotta. Infine, non vanno poi trascurati gli ambienti nei quali si vive e si lavora che dovrebbero essere mantenuti caldi e non eccessivamente secchi. Copriamoci con abiti caldi tenendo in particolare considerazione il capo.

Il massaggio Ayurveda dona benessere,
aiuta Psiche e Soma e ringiovanisce i tessuti e gli organi

Consigliati i massaggi Antivata con olio appropriato per ridurre i molteplici disturbi del dosha Vata e stagionali, quali dolori diffusi nel corpo, nevralgie, disbiosi, allergie, stress, secchezza cutanea, vertigini, mal di testa, rigidità ossea e articolare.

L’olio di noce come rimedio naturale nei pazienti iperlipidemici con diabete mellito.

Il diabete mellito (DM), con le sue complicanze, è una patologia in continuo aumento, tanto da indurre gli esperti a parlare di una vera e propria epidemia mondiale. L’International Diabetes Federation ha stimato che nel 2011 in tutto il mondo circa 336 milioni di persone erano affette da questa patologia, numero destinato ad aumentare a 552 milioni entro il 2030. (1)

Una delle principali complicanze del DM sono le malattie coronariche, dovute principalmente a elevati livelli di lipidi nel sangue, che accelerano lo sviluppo di aterosclerosi e di dislipidemia; i soggetti affetti da DM tendono infatti ad avere un livello più elevato di trigliceridi e colesterolo LDL e una minor concentrazione di colesterolo HDL.2-3

Negli ultimi anni, le strategie terapeutiche sono state incentrate proprio sull’abbassamento dei livelli di LDL mediante la somministrazione delle statine, che hanno ridotto in maniera significativa il rischio di sviluppare malattie coronariche.(4,5) Recentemente, è stato suggerito che il consumo abituale di noci potrebbe svolgere un ruolo significativo nella prevenzione e nella gestione delle complicanze del DM.6 Oltre ad avere un ottimo profilo in acidi grassi polinsaturi, le noci sono anche fonti di composti bioattivi, come la L-arginina (precursore dell’ossido nitrico fondamentale per la vasodilatazione), fibre, fitochimici, acido folico e antiossidanti; è stato inoltre dimostrato che il consumo di noci (una porzione 4-5 volte a settimana) migliori il profilo lipidico e riduca significativamente il rischio di sviluppare malattie coronariche.7-10

Un recente trial randomizzato a doppio cieco, controllato ha preso in esame 100 pazienti iperlipidemici con DM, suddividendoli in 2 gruppi: un gruppo di controllo (a cui è stato somministrato un placebo) e un gruppo a cui sono stati somministrati per 90 giorni 15 ml di olio di noci.11 I risultati hanno dimostrato che il consumo di olio di noci ha determinato una significativa diminuzione dei livelli di colesterolo totale, di trigliceridi e di LDL ed un concomitante aumento di colesterolo HDL nei soggetti diabetici ed ipercolesterolemici, rispetto al gruppo di controllo.

L’olio di noce può rappresentare quindi un rimedio naturale utile nei pazienti iperlipidemici con DM, anche se ulteriori studi sono necessari per capire se questi effetti possano avere un impatto anche nella riduzione del rischio delle malattie coronariche e di altre complicanze legate al DM.

Bibliografia:
1. Vlad I,et al. Rom J Diabetes Nutr Metab Dis 2012; 19: 433-440.
2. Karalis DG. Clin Cardiol 2008; 31: 241-248.
3. Goldberg RB. Am J Manag Care 2000; 6: S682-S691.
4. Goldberg RB, et al. Circulation 1998; 98: 2513-2519.
5. Pyörälä K, et al. Diabetes Care 1997; 20: 614-620.
6. Kendall CW, et al. Br J Nutr 2010; 104: 465-473.
7. Abbey M, et al. Am J Clin Nutr 1994; 59: 995-999.
8. SabateÌ J, et al. Ann Int Med 2000; 132: 538-546.
9. Cooke JP, et al. Arch Intern Med 1993; 153: 896-899.
10. Hu FB, et al. Curr Atheroscler Rep 1999; 1: 204-209.
11. Zibaeenezhad MJ, Nutr Diabetes 2017; 7: 259.

Francesca Giampieri
Maurizio Battino

Prenditi cura del tuo sonno da subito!

  • Snoran Plus riduce il russamento,
  • migliora la respirazione,
  • assicura un sonno profondo e ristoratore,
  • il miglior metodo non invasivo per poter dormire bene.

Snoran Plus è il prodotto naturale più efficace per ridurre il russamento. La comoda forma in pastiglie ne assicura un uso facile. Dimentica i clip nasali!

Snoran Plus

Cos’è il russamento?

Il russamento è non solo il fastidioso suono derivante dalle vibrazioni del palato molle della gola. Esso è anche il segnale di un lavoro irregolare dell’organismo, soprattutto dell’apparato respiratorio. Per questo il russamento richiede un intervento. E non soltanto affinché la persona che russa non dia fastidio agli altri ma anche a sé stessa.

Quali sono gli effetti collaterali?

Il russamento non rende possibile respirare correttamente durante il sonno. Conseguenza del russamento sono i disturbi del sonno e la mancata ossigenazione che causano il senso di stanchezza appena ci si sveglia. Russare porta a delle pericolose interruzioni della respirazione durante il sonno, sovraccarica il cuore, causa frequenti cefalee , favorisce l’obesità.

In che modo Snoran Plus fa smettere di russare?

Sul mercato vi sono molti preparati per smettere di russare. Tuttavia, la maggioranza di essi è scomoda nell’uso. Particolarmente scomode sono i clip o i cerotti nasali. Si può anche ricorrere ad un metodo invasivo per ridurre il russamento, cioè all’intervento chirurgico. Il problema è che tale metodo è assai rischioso. Le Snoran Plus sono delle pastiglie facili da usare, che eliminano il russamento in modo sicuro ed efficace.

ORDINA SUBITO

Snoran Plus Women

Descrizione dei componenti del prodotto

Ingredients

Estratto di menta piperita grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, riduce il gonfiore della mucosa delle vie respiratorie e facilita la respirazione.

Ingredients

Estratto di melissa officinale lenisce efficacemente la gola, diminuisce la secchezza ed il prurito. Assicura un sonno ristoratore.

Ingredients

Estratto di eucalipto diminuisce le irritazioni della gola e della laringe, aiuta le vie respiratorie.

Ingredients

Estratto di radice di idraste pulisce efficacemente le vie respiratorie, rimuovendone gli ostacoli alla respirazione.

Ingredients

Estratto di radice di altea curativo, riduce la tosse.

Ingredients

Timo in polvere facilita il funzionamento delle vie respiratorie superiori.

ORDINA SUBITO

FAQ

+Come va assunto Snoran Plus?Due pastiglie al giorno, preferibilmente 30 minuti prima dei pasti. Bere circa 300 ml di acqua.

+Snoran Plus aiuta per ogni tipo di russamento?

Le cause del russare possono essere diverse. Snoran Plus permette di risolvere la maggior parte di esse, perciò funziona nel 95% dei casi ed è il preparato maggiormente raccomandato contro il russare notturno.

+Quando posso aspettarmi dei risultati da Snoran Plus?I risultati di Snoran Plus sono visibili da subito, la prima notte dopo l’assunzione del prodotto.

+Quanto è duraturo l’effetto di Snoran Plus?

Snoran Plus fa effetto per circa 10 ore dall’ingestione delle pastiglie.

+In base a quale principio agisce Snoran Plus?

Snoran Plus rimuove gli stati infiammatori dell’apparato respiratorio, diminuisce il gonfiore della mucosa nasale, facilita la respirazione. Consente di rimuovere le maggiori cause del russare.

+Lo Snoran Plus può venir usato anche dalle donne?Le cause del russare sono simili nelle donne e negli uomini. Per questo lo Snoran Plus può essere usato da tutti, senza differenza di sesso.

DÌ STOP AL RUSSARE!

L’uso regolare di Snoran Plus
elimina questo problema!

Snoran Plus

ORDINA SUBITO

Purificazione in Primavera con l’Ayurveda

Purificazione in Primavera con l’Ayurveda

Prima di iniziare qualsiasi pratica per il corpo, la cosa primaria da fare è eliminare le scorie.

Un buon reimpianto eubiotico, acqua e dieta alimentare, sono le cose essenziali per avviare un processo di Purificazione.

La Meditazione, il Pranayama e lo Yoga inoltre aiutano tutti i processi di disintossicazione.

In Ayurveda per “AMA” si intendono le scorie del metabolismo.

Il processo di depurazione si svolge in 10 giorni, accompagnato anche a massaggi di Abyangam, che associati alle altre pratiche, permettono di velocizzare l’intero percorso.

Iniziare al mattino, orario (entro le 6 del mattino) consigliato svuotare la vescica e intestini, pulire la lingua e bere una tazza di acqua bollita per 10 minuti, oppure acqua calda con succo di limone e miele. Praticare 10 minuti di meditazione silenziosa e il Saluto al Sole. Fate una doccia calda e proseguite con una colazione. Prima di fare meditazione si può praticare l’automassaggio, (praticato dalla testa ai piedi)  e dopo circa 20 minuti fare la doccia. Dopodiché fate colazione.

I pasti devono essere leggeri e non abbondanti, i cibi da preferire sono: Riso Basmati, verdura a foglie, carote, rape rosse, fagiolini, fagioli all’occhio, pane tostato integrale, minestre di cereali, passati di verdure.

Il pranzo a Mezzogiorno

La cena fra le 18 e le 19

Fra un pasto e l’altro è preferibile bere dei succhi se si ha voglia di assumere qualcosa.

Durante la giornata continuare a bere acqua bollita. Aiuterà a velocizzare la depurazione, bevuta ogni mezz’ora a piccoli sorsi.

Coricarsi la sera entro le 22, dopo una rilassante Meditazione.

Articolo Pubblicato da Daniela Di Leo Naturopata ed Insegnante di Yoga

Cereali Vietati ai Celiaci

CELIACHIA

Cereali vietati
Tipologie di cereali e alimenti, vietati ai celiaci perchè contenenti glutine. Oltre a frumento (grano), segale, orzo, avena, sono vietati al celiaco anche:

BULGUR è un grano cotto in acqua, frantumato dopo essere stato seccato al sole.

CRACKED GRANO
È composto da chicchi di grano frantumati. A differenza del bulgur, che viene prima immerso in acqua, cotto, essiccato e poi frantumato, il cracked grano è frantumato crudo e richiede quindi la cottura.

COUSCOUS
Semola di grano duro mescolata ad acqua e lavorata a mano fino ad ottenere piccolissime granelli, seccati al sole e cotte a vapore. Esistono in commercio anche couscous senza glutine da cereali permessi.

FARRO
È un tipo di grano molto popolare nell’antica Roma. Molto diffuso sia sotto forma di grani che sotto forma di farina per la preparazione di paste, dolci, ecc… Diverse sono le varietà di Farro, una di queste è Tricum Spelta.

FRIK
È chiamato Grano Verde Egiziano.

GREUNKERN
Chiamato anche Grano Verde Greco, o Spelta.

KAMUT®
Kamut® è un marchio registrato della società americana Kamut International che designa una varietà di grano duro.

MONOCOCCO
Il monococco (Triticum Monococco), detto anche ENKIR, è una varietà del farro.

SEITAN
Derivante dalla lavorazione del glutine del frumento; il glutine estratto viene trasformato in seitan. Un Impasto per la preparazione di spezzatino, fettine, polpettone Di origine non animale, viene usato in gran parte dai Vegani, come sostitutivo delle proteine animali.

SPELTA
Lo spelta (Triticum Spelta) è una varietà del farro.

TABULE’
Il tabbouleh o tabulè è una pietanza araba e consiste in un’insalata a base di bulgur, con prezzemolo, cipollotti e menta tritati fini e con pomodoro e cetrioli a tocchettini, il tutto condito con succo di limone e olio d’oliva.

TRITICALE
Il triticale è un ibrido artificiale tra la segale e il grano tenero o altre varietà del genereTriticum. Creato alla fine del XIX secolo, solo ultimamente coltivato su larga scala. La parola stessa è una fusione delle parole latine Triticum (tritico, frumento) e Secale (segale).

Gli effetti di SilverSlim

Vi racconto due esperienze che ho vissuto oggi. La prima persona è stata trattata per edema alla caviglia a seguito di trauma con Pomata e Silverslim.
La seconda persona ha da alcuni anni problemi all’anca, trattato con Pomata e #Silverslim. Non specificherò la pomata utilizzata perché ogni persona è a sé, ma la grande efficacia di Silver Slim, io non lo conoscevo e grazie a #Sorgenta ho visto uscire col sorriso e saltellando due persone! Ho più di due decenni di esperienza terapeutica come Naturopata. 
Ringrazio chi ci ha supportato per ciò che non è descritto nel libretto di istruzioni.

♡♡ SILVER SLIM ♡♡
…..trattamento cutaneo della #cellulite
La causa principale della cellulite è quella alimentare, proteine e carboidrati, se assunti in eccesso, vengono trasformati è immagazzinati nell’organismo sotto forma di depositi adiposi.
Gli ultrasuoni favoriscono:
• riattivazione della circolazione 
• riduzione della classica buccia d’arancia 
• riduzione dei noduli della (Panniculite) conosciuta come cellulite
• riduzione delle adiposità localizzate
• aumento del tono e della consistenza dei tessuti.
#sorgenta#silverslim#anticellulite


Studio Govinda

Chutney di Cipolle rosse e Mele

Per il Natale ho deciso di preparare dei barattolini di confetture e chutney da regalare. Con la passione che ho per la cucina e per le spezie mi sono sbizzarrita. Ho comperato le cipolle rosse che sono più dolci e si prestano per chutney, ho tolto i primi strati e le ho lavate.

Tagliate e messe in acqua per 30 minuti, sciacquato e scolato. Messe in pentola con tutti gli ingredienti e cotto per circa 2 ore. Se lo desiderate potete passare grossolanamente col mixer, sennò lasciare il composto cosi com’è.

A fine cottura ancora bollente usare lo stesso procedimento per le marmellate, versare il composto nei barattoli, chiudere, mettere a testa in giù per una giornata intera. Usare la Chutney dopo qualche giorno, il sapore sarà ancora più intenso. Si può gustare con le carni, formaggi o pane tostato.

 

Ingredienti

1 kg di cipolle rosse

6 mele

3 radici di zenzero

alcuni chiodi di garofano macinati

300 ml di aceto di mele

2 limoni

1 pizzico di sale

pepe nero in grani macinato sottile

600 gr di zucchero

alcune bacche di mirto nero