Consigli naturali per riposare meglio la notte

di Daniela Di Leo Naturopata

Spesso la mattina ci si sveglia con la sensazione di essersi appena messi a letto e la stanchezza addosso, voglia di continuare a dormire, come se le ore di sonno fossero state insufficienti.

Semplici accorgimenti ci aiuteranno a riconquistare un sonno rigenerante.

 

Stabilire un ritmo sonno-veglia costante

Cercare di andare a dormire e svegliarsi sempre alla stesso orario. Il nostro organismo risponde a cicli circadiani, ed è importante resettare il nostro orologio biologico, in modo tale che si predisponga alla fase dello spegnimento, al sonno per riposarsi e rigenerarsi.

Dormire in un ambiente pulito da inquinamento elettromagnetico

Apparecchi come televisore, pc, cellulare possono disturbare il riposo e interferire con l’alternanza delle onde cerebrali di cui è caratterizzato il sonno.

 

Andate a letto con la mente libera da pensieri, preoccupazioni e progetti

Facile a dirsi ma non immediato a farsi. Per raggiungere questa forma di nirvana si deve fare esercizio: la recitazione di un mantra impegna la mente, il cuore, la respirazione.

Anche una respirazione attenta e consapevole ci permette di tranquillizzare la mente, concedendo un totale rilassamento.

 

Fare pasto serale leggero

La digestione implica un dispendio di energie enormi. Il nostro organismo si stanca nella fase digestiva: capita spesso di risentire di sonnolenza post-prandiale e cedere al sonno in quella fase è un errore nel quale spesso s’incappa.

E’ consigliata una cena leggera priva di proteine e latticini, una tisana digestiva, un brodo caldo, un passato di verdure ad un orario consono per una digestione veloce, prima del sonno.

L’orario consigliato può essere le 19:30. Importante è anche riconoscere qual’è il nostro ritmo circadiano, come la stanchezza, lo sbadiglio, gli occhi pesanti e la sonnolenza, quello è il momento ideale per andare a coricarsi.

 

Dedicarsi un bagno caldo con oli essenziali rilassanti

Una buona detossicazione ci permette di riposare meglio, scaricandoci di tutte le tensioni della giornata trascorsa.

Non solo la nostra mente è stata sottoposta a stress continui giornalieri, ma anche le mani, i polmoni, la nostra pelle interagendo con il mondo esterno, assorbe tossine di ogni genere.

E l’acqua è un elemento di purificazione interiore-fisico, contribuendo a pulirci dalla giornata, non solo a disintossicarci , ma a rilassarci, predisponendoci ad un buon riposo.

 

Accertarsi che ci sia una condizione tranquilla e confortevole durante il sonno

Un buon supporto alla schiena, tessuti naturali e anallergici, temperatura della stanza più fresca che calda, ci permettono di dormire comodi favorendo il riposo, un sonno rilassato, ininterrotto e ristoratore.

Lascia un commento