Yoga per bambini, quali sono i benefici e perché fa bene

Yoga per bambini, quali sono i benefici e perché fa bene

Far praticare lo Yoga ai bambini è un toccasana, li aiuta a crescere bene dal punto di vista fisico ed emotivo.

I bambini che praticano lo Yoga, sono più consapevoli del proprio corpo, migliorano inoltre la respirazione, che col tempo crescendo cambia, divenendo meno efficiente. Perché la respirazione addominale si perde.

Come praticare Yoga con i bambini

Lo Yoga che si pratica coi bambini è ludico. La pratica delle asana sono sempre dolci, lente e guidate, per una totale sicurezza dei bambini. Le asana si presentano sotto forma di gioco, inserendosi inoltre in contesti ludici come per esempio il racconto di storie animate dai bambini, imitando animali o piante. Si praticano le asana singole, di coppia e di gruppo. Momento intenso per socializzare con l’altro. Si ascoltano musiche rilassanti, si pronunciano mantra musicali, si colorano i Mandala.

Lo Yoga sviluppa nel bambino fantasia, concentrazione, massima espressione del sé, dando la capacità al bambino di esprimere al meglio le proprie emozioni e calmando lo stress.

Le lezioni di Yoga per bambini possono avere una durata variabile dai 30 ai 60 minuti a seconda dell’età dei partecipanti. Tutti i bambini desiderano muoversi e lo yoga li aiuta a muoversi consapevolmente e a relazionarsi col prossimo.

A fine lezione viene considerato quasi sempre un momento di rilassamento guidato o meditazione, a seconda dell’età dei partecipanti, la durata varia dai dieci ai quindici minuti.

Oggi più spesso nelle scuole viene considerata l’idea di far praticare lo Yoga ai bambini durante le lezioni, creando un momento di maggiore espressione, sfogo e rilassamento.

I benefici dello Yoga per i bambini

Come dicevo prima i bambini adorano muoversi e molto spesso sono sovraccaricati da impegni scolastici, restando per molte ore seduti a fare i compiti o a scuola. quindi il movimento Yogico consente loro di muoversi liberamente senza farsi del male, anzi migliorando l’elasticità, la flessibilità, l’equilibrio e la forza del corpo. Inoltre si allentano le molteplici tensioni giornaliere, migliorando sonno e salute.

I principali benefici dello Yoga per i bambini

  • Migliora la concentrazione
  • Stimola l’equilibrio e la flessibilità fisica e mentale sin da piccoli
  • Favorisce la libertà di espressione
  • Sviluppa la consapevolezza del respiro e del proprio corpo
  • Si dedica più tempo al gioco-ludico come importante strumento di crescita
  • Migliora la conoscenza di se stessi e la socializzazione con gli altri
  • Aiuta ad esprimere meglio le emozioni e gli stati d’animo
  • Riduce ansia, stress e aggressività
  • Nutre l’intelligenza razionale ed emotiva
  • Stimola le capacità conoscitive e di apprendimento

 

[vfb id=1]

Vrkasana – Posa dell’Albero

Vrkasana – Posa dell’Albero

Si parte dalla posa in piedi, inspirando si porta il piede destro all’interno della coscia sinistra, aderendo bene la pianta del piede all’inguine, l’altra gamba è distesa ed il piede è a terra e poggia completamente. Raggiunto l’equilibrio porto le mani giunte al petto oppure sopra la testa. Si resta nella posa per alcuni respiri, poi si torna nella posa iniziale e si ripete la stessa posa con l’altra gamba.

Benefici:

• Utile al sistema nervoso

• Contrasta l’asia e lo stress

• Fortifica il corpo

• Rende tonici

• Dona equilibrio al corpo e alla mente

Articolo di Daniela Di Leo

Naturopata ed Insegnante di Hatha Yoga Vinyasa e Yoga Prenatale

Pranayama

Il Pranayama è il quarto stadio dello Yoga Sutra di Patanjali, che lo descrive come l’afflusso e l’efflusso controllati dal respiro in una posizione stabile. Questa disciplina, se praticata con assiduità e consapevolezza, aiuta la mente a concentrarsi, consentendo inoltre di ottenere buona salute e longevità.

Nella pratica, il Sadhaka impara le tecniche per far sì che gli organi respiratori si espandono, si muovono profondamente e ritmicamente, attraverso l’inalazione (Puraka), l’esalazione (Rechaka) e la ritenzione del respiro (Kumbhaka).

Il fine è quello di far entrare più aria per ossigenare e detossificare meglio il corpo.

Le varie tecniche permettono di attivare, rilassare, equilibrare.

Oltre ad essere una Naturopata sono un insegnante di Yoga e nei vari incontri che ho avuto con persone aventi attacchi di panico, ansia, ansia anticipatoria, paura, blocchi, insonnia, agitazione ho applicato il respiro consapevole. Il Pranayama lo considero un grandissimo aiuto in ogni occasione, un po’ come dire la pratica di urgenza da attuare al momento della difficoltà.

Un qualcosa che si porta sempre con se, praticamente come per una persona che ha una dipendenza e non esce da casa se non porta con se un ansiolitico o le sigarette.

Il respiro consapevole, permette alla persona di sentirsi più sicura con se stessa, o essere al sicuro al momento della richiesta emotiva. Posso confermare che ci si sente meglio dopo un respiro lungo e consapevole guidato nel modo appropriato.

Il Pranayama, rilassa, distende, ossigena ogni cellula del corpo, detossifica, migliora le attività e le prestazioni fisiche e cognitive.

Nell’Hatha Yoga Vinyasa percepire e lavorare sul proprio respiro è di fondamentale importanza, seguito dalle pose o Asana. Il corpo e la mente fluiscono nel respiro, in accordo orchestrale, tutto ciò porta a sentirsi connessi con il tutt’uno. Lo yoga eseguito in questo modo ci fa scoprire la nostra natura più profonda.

Articolo di Daniela Di Leo

Naturopata ed Insegnante di Hatha Yoga Vinyasa e Yoga Prenatale

Lo yoga terapeutico

La parola Yoga significa, unione.

Sta ad indicare l’unione di mente e corpo, forma e contenuto.

Le asana o pose che si eseguono durante la pratica consentono maggiore conoscenza su se stessi, durante un’asana ci si ascolta.

Nell’attuare le pose si porta la presenza al corpo, si avvertono i limiti e le difficoltà, si crea una presenza mentale, che sviluppa concentrazione ed equilibrio.

Lo Yoga se praticato quotidianamente produce stabilità, ritarda l’invecchiamento, lavora sul sistema nervoso, rilassa, fortifica, tonifica, crea armonia, scioglie e distende la colonna vertebrale, calma ansia, insonnia e crisi di panico, benefico per il sovrappeso, corregge la postura, asana e respirazione donano a chi li pratica calma e chiarezza mentale.

Adatto ad ogni età. Esistono differenti pratiche yoga, per ognuno ci sarà la pratica più idonea a se stesso. L’aiuto del maestro sarà di estrema importanza per l’allievo nel condurre l’attività, il fine ultimo sarà quello di ottenere il massimo beneficio.

 

 

Articolo di Daniela Di Leo
Naturopata ed Insegnante di Hatha Yoga Vinyasa e Yoga Prenatale

[vfb id=1]