Quinoa rossa con verdure

Quinoa rossa con verdure

Ingredienti:

  • 200 gr Quinoa rossa bio
  • Mezzo Cavolo medio viola
  • 2 Carote
  • 5 cm diPorro
  • Sale himalayano
  • Olio EVO
  • salsa di soia a piacere
  • una formina di acciaio per l’impiattamento

Procedimento:

Lavare ben bene la quinoa più volte, scolare l’acqua in eccesso e tostare in una padella antiaderente capiente per 3 minuti. Dopodiché aggiungere acqua calda la misura è 1:2, aggiungere un pizzico di sale e coprire con un coperchio. far bollire per venti minuti, controllare se l’acqua in eccesso sia completamente consumata, spegnere e lasciar raffreddare affinché la quinoa assorba completamente l’acqua.

Lavare il cavolo viola, le carote, il porro e mondare tutto molto finemente, far cuocere in padella a fuoco alto, girare continuamente affinché non brucino le le verdure, aggiungere la salsa di soia a fine cottura amalgamare tutto e far cuocere ancora per 1 minuto.

Insalatina di accompagnamento con rucola, carotine, anacardi, semi di girasole e semi di zucca, sale e olio

Piatto completo con variante di vitamine e minerali, omega 6, acido folico, cereali, calcio, ferro, magnesio, proteine, fosforo, carboidrati

 

Articolo e ricetta  di Daniela Di Leo Naturopata

 

 

 

Lettura della Lingua, cosa ci racconta

Lettura della Lingua, cosa ci racconta

Esame della Lingua

In Ayurveda come nella Medicina Tradizionale Cinese, nell’anamnesi della persona il medico in questione oltre ad osservare gli occhi, le orecchie, il polso, il colorito del viso, l’urina, le feci ed altri elementi, osserva attentamente la Lingua. Un metodo diagnostico essenziale per capire la salute della persona.

In ayurveda l’anamnesi comprende il Prakriti (esame della costituzione), il Vikriti (probabili squilibri), Pariksana (esame del polso) e l’esame della lingua (Jiva). Così come in altri parti del corpo, occhi, orecchie, viso, colonna vertebrale e mani, sono rappresentati parti del corpo (organi) o tutto il corpo nell’insieme, arti, organi, sistema immunitario, sistema ormonale, sistema nervoso, sistema endocrino, sistema circolatorio, sistema linfatico, sistema osseo, sistema muscolare-tendineo.

Le emozioni di ciascuno, sono legate ad ogni sistema, che partecipa alla vita in ogni attimo di vita. Le emozioni, il pensiero passivo o pigro ripetuto nel tempo, crea disagio e terreno fertile per una cagionevole salute.

Un medico esperto nella lettura della Lingua, coglie segnali importantissimi nella rilevazione di sintomi e patologie in corso, che a lungo andare se non c’è ripresa andranno a degenerare lo stato di salute dell’individuo.

Lettura della Lingua

Se una persona sta in salute la lingua è di colore roseo, liscia e pulita. L’esame si esegue suddividendo visibilmente in strati la lingua. Consente di verificare se una persona è o meno stressata, se sta in disbiosi, se ha sofferenza circolatorie o polmonari o altri disturbi.

La radice della lingua rappresenta la zona degli intestini, reni, vescica e sistema riproduttivo.

Sempre dalla radice e nella zona centrale possiamo osservare lo stato gastrointestinale.

Nella zona centrale, troviamo inoltre la, milza, il pancreas ed il fegato.

Nella punta troviamo le zone del polmone e del cuore.

Nel margine esteso della lingua si osservano le funzionalità del fegato.

 

Lettura della lingua


Lo specchio dell’anima e della salute, cosa ci racconta la lingua

Lingua bianca: malattia infettiva in atto, come gastrite e ulcera gastrica, problemi del sistema digestivo

Lingua con atrofia delle papille gustative e pallida: stato di anemia

Lingua secca: disidratazione, problemi renali, diabete

Lingua marrone e nero: sviluppo batterico sulla lingua, gastrite, fumo

Lingua con macchie di colore blu scuro: accumulo di metalli pesanti come per esempio il piombo

Lingua verde e gialla: disturbi del fegato, cistifellea o milza

Lingua a carta geografica: manifestazione allergica

Lingua infiammata e rossa con puntini bianchi su tutta la lingua: scarlattina

Lingua che brucia: stato di depressione psichica

Lingua rossa con chiazze bianche: infezione da Candida albicans

Lingua molto rossa, sottile, liscia e lucida e ruvida: carenza di vitamine A e B, alterazione della flora batterica intestinale. Presenza inoltre di taglietti agli angoli della bocca, con pelle opaca e spenta

Lingua con chiazze bianche: forte ristagno di tossine nel tratto digerente

Lingua con punti rossi tipo angiomi: malattia angiomatosa che interessa fegato/polmoni

Lingua con la faccia inferiore gialla: congestione del fegato

Lingua gonfia: orticaria in atto

Lingua nera pelosa: infezione da fungo (Aspergillus niger) in presenza di flora batterica intestinale carente

Lingua gonfia, arrossata e con impronte dei denti sui bordi: infiammazione da batteri, virus, herpes

Lingua con puntini bianchi: mughetto, stato di immunodepressione

Lingua asciutta, secca, con patina bianca ed infiammata: febbre, raffreddore

Lingua con impronte sui bordi laterali: stato di tensione

Lingua con afte indica problemi di origine immunitaria di varia natura: stress psicofisico, traumi, intolleranze ad alcuni cibi, interruzione del fumo, fase luteale del ciclo mestruale e familiarità

La lingua che esprime buona salute invece deve essere di colore roseo ai bordi e più chiara al centro, deve essere umida e i suoi margini devono essere lisci.

Alcuni dati sono stati presi da questo sito: https://uomomedicina.it/blog-erbe/515-segni-lingua-significato

 

[vfb id=1]

Slow Food di Terracina – Lo Zafferano

Slow Food di Terracina – Lo Zafferano

Mercatino dello Slow Food di Terracina, il 3 maggio 2015 in via del Rio a Terracina, dalle ore 09.00 alle ore 13.00.

L’argomento trattato della mattinata sarà lo Zafferano di Campo Soriano di Micaela Vittori. Racconteremo la storia di Micaela e della sua impresa con questa straordinaria spezia dalle molteplici proprietà e cultura.

L’impegno, la dedizione per coltivare lo Zafferano è forte, con grande passione e dedizione Micaela ci fa vivere nel piccolo mercatino della domenica, una nuova realtà nella città.

Parleremo inoltre delle proprietà, caratteristiche e degli usi in cucina dello Zafferano, con la preziosa partecipazione didattica della Naturopata Di Leo Daniela.

Daniela Di Leo esperta nell’uso di Spezie ed Erbe officinali.

Vi aspettiamo non perdete questa occasione

 

Daniela Di Leo
Naturopata

Per contattarmi puoi telefonarmi al 338 5661604 oppure compilare il modulo sotto riportato

 

Zenzero – Proprietà e Usi

Zenzero

Lo zenzero è una pianta della quale si utilizzano soprattutto le radici e si usano fresche o essiccate, perchè ricche di proprietà benefiche, è originario dell’Asia ed è  utilizzato nella medicina Cinese ed Ayurveda, per le sue proprietà medicinali e terapeutiche, noto per le sue proprietà digestive, per il suo effetto riequilibrante sullo stomaco e intestino e per la sua capacità nel combattere gli stati di nausea e vomito.

Nella medicina Ayurveda si usa come rimedio naturale in caso di influenza, basta aggiungere un po’ di zenzero grattugiato a una tisana o a una minestra per contrastare il senso di congestione tipico dello stato febbrile.

Proprietà 

Contiene le vitamine E e B6, potassio, fosforo e calcio ed è ricco di olii essenziali come lo zingiberene, il curcumene, la canfora e altri principi attivi detti gingeroli che svolgono azione analgesica, antiossidante e battericida e che lo rendono un alimento perfetto per la dieta degli sportivi: ha effetti positivi su crampi, traumi e dolori muscolari.
La tisana di zenzero bevuta prima dei pasti attiva il metabolismo, bevuta dopo i pasti ne facilita la digestione. E’ consigliato non esagerare nelle dosi perchè può creare gas intestinali e iperacidosi, non assumerlo in caso di febbre.

Rimedio per dolori articolari

Impacco in caso di dolori articolari, grattugiate dello zenzero fresco e  mettetelo in una garza o in un sacchettino di stoffa di cotone sottile, adagiarlo sulla parte dolorante e lasciarlo un’ora affinché faccia il suo effetto, ripetere l’operazione più volte al giorno.

Tè allo zenzero

Tagliare 3-4 fettine di zenzero fresco e metterlo in mezzo litro d’acqua, far bollire un quarto d’ora poi spegnere e lasciare decantare un altro quarto d’ora e bere. Si tratta di un rimedio particolarmente efficace soprattutto in caso di dolori articolari, brividi, mal di testa, tosse e raffreddore.

Risotto allo zenzero

Ingredienti (per 4 persone)
500 gr di riso
Una radice di zenzero fresco oppure 5 cucchiai di zenzero in polvere
Curcuma 1cucchiaino
Pepe un pizzico
Un limone biologico
Una porro
Un bicchiere di vino bianco

Preparazione

Mondate lo zenzero e grattugiatelo, fate la stessa cosa con la buccia del limone.

Mondate il porro e tritatelo molto finemente, dopodiché  fatelo dorare in due cucchiai di ghee con la curcuma ed il pepe, aggiungete il riso e fatelo tostare per qualche minuto, a questo punto, aggiungete il vino bianco, lasciate evaporare per qualche minuto per poi aggiungere il brodo vegetale preparato caldo.

A fine cottura, aggiungete lo zenzero, la buccia del limone e mescolate il tutto sul fuoco per qualche secondo.

Naturopata

Per contattarmi puoi telefonarmi al 338 5661604 oppure compilare il modulo sotto riportato