Bevanda di mandorle fatta in casa, praline e granita

Bevanda di mandorle fatta in casa

La bevanda di Mandorle bio preparata in casa è molto semplice da fare, è perfetta per colazioni e merende, preparata al momento mantiene tutti i principi attivi perché è ricca di vitamine in particolare B1 e B2, antiossidanti e sali minerali tra cui calcio, potassio, rame, fosforo e magnesio. Diventa così una bevanda rinfrescante, energetica e nutriente.

Ricetta e Procedimento:

  • 100/200 gr secondo i propri gusti di mandorle
  • 1 Litro d’acqua

Mettere le mandorle in acqua per 4/5 ore, se vi resta facile togliere la pellicina marrone, trascorsi i tempi di ammollo. Togliere il rivestimento esterno fa sì che la bevanda risulti più bianca.

Per quanto mi riguarda nel rivestimento esterno marrone ci sono molti principi nutritivi, quindi io la lascio e frullo le mandorle dopo il tempo di ammollo, l’acqua della decantazione non la buttate.

Dopo aver frullato le mandorle o meglio ancora tritarle in un mortaio, riponetele in un contenitore a cui dopo dovrete aggiungere all’acqua di ammollo, l’acqua necessaria per arrivare a un litro.

Io ho acquistato questo utensile per estrarre dai legumi, cereali e semi la bevanda.

È un semplice contenitore si chiama ChufaMix – Vegan Milker – Modello Rinnovato, il primo utensile per spremere semi, frutta secca, cereali ed erbe, con nuovo filtro inox privo di corrente elettrica. Vi metto qui la foto.

Setaccio più volte le mandorle tritate, per poi bere la bevanda, la mantengo nel frigo per 1 o 2 giorni se non la utilizzo nello stesso giorno.

Se non avete questo utensile, dopo averle tritate le lasciate ancora in decantazione per alcuni minuti e poi con un setaccio filtrate l’acqua in modo da separarla dalla polpa e versarla poi in una bottiglia di vetro.

Se non vi piace il sapore della bevanda potete unire dei datteri e frullare, assumerà un sapore dolce, e con l’aggiunta di cannella in polvere una gustosa bevanda.

La polpa che resta, possiamo riutilizzarla per farne delle praline aggiungendo della frutta secca.

Praline con polpa di mandorle

Quindi alla polpa delle mandorle, aggiungo noci, pistacchi, nocciole, uvetta, datteri, prugne, anacardi, pinoli, albicocche, a seconda dei vostri gusti, frullare tutto e creare delle piccole palline, per poi cospargerle con farina di cocco o cacao in polvere e conservare in frigo, diventa così un dolce spuntino per piccoli e grandi, ricco di nutrienti.

Granita con polpa di mandorle

Per i più golosi in estate con la bevanda di mandorle si può preparare una granita, aggiungendo a mezzo litro di bevanda, 200 gr di zucchero e 300 ml di acqua. Per la preparazione, mettere lo zucchero e l’acqua in un pentolino sul fuoco, far sciogliere lo zucchero e quando si è raffreddato unire la bevanda di mandorle, mantecare bene e porre in congelatore.

Fate trascorrere mezzora in congelatore e poi rimescolate energicamente il composto in modo da frantumare i cristalli di ghiaccio. Ripetete il lavoro ogni mezzora fino a quando la vostra granita non avrà raggiunto la consistenza desiderata.