Burger di pesce e verdure

Burger di pesce e verdure

Spesso i resti del cibo cotto possono divenire un ottimo cibo saporito riciclato. Il cibo avanzato possiamo unirlo ad altri semplici alimenti, per creare degli ottimi, polpettoni, burger, frittate, risotti, puree.

Nel mio caso ho preparato degli ottimi burger di pesce e verdure, qui sotto vi elenco gli ingredienti ed il procedimento.

Ingredienti per 2 persone:

  • Pesce bollito: 1 fragolino e 2 merluzzi
  • 2 patate medie
  • bietole lesse come quantità la metà del pesce
  • 1 uovo intero
  • una spolverata di parmigiano o pecorino
  • 1 manciata di prezzemolo tritato
  • 1 pizzico di sale himalaiano
  • pane grattugiato quanto basta
  • olio EVO
  • 1 pizzico di noce moscata

Procedimento:

Avevo del pesce bollito rimasto dal pranzo, quindi ho pensato di farne dei burger. Ho spinato per prima cosa il pesce, bollito le patate, scolate, schiacciate ed unite al pesce. Ho aggiunto l’uovo, il parmigiano, le bietole tritate, sale, noce moscata e  prezzemolo.

Dopo aver lavorato l’impasto, prendere una piccola parte e fare delle polpette, schiacciarle e modellare, passarle poi nel pan grattugiato.

Prendere una pirofila, sistemare  della carta da forno, con sopra un filo d’ olio ed adagiare i nostri burger. Sistemare nel forno, il tempo necessario per fa dorare da una parte all’altra. Dopo averli sfornati li ho mangiati con della rucola e salsa di avocado. Ottimi

Buon appetito!

 

Frittata con Patate ed Ortiche

Frittata con Patate ed Ortiche

Stamattina sono scesa in giardino per assaporare il sole appena uscito dopo giorni di pioggia, c’era molta ortica di un verde brillante.

All’istante ho pensato si farne una bella frittata, mi sono armata di santa pazienza e ne ho presa un bel pò. Per non pungersi l’ortica si può raccogliere dal gambo. L’ho raccolta e messa in un cesto, portata a casa, l’ho versata in un contenitore con l’acqua, per togliere la terra in eccesso. Dovete sapere che se messa in abbondante acqua e risciacquata più volte, le invisibile sfere sulle foglie dette vacuoli, colme di sostanza urticanti si rompono facendo uscire la sostanza, diventando innocua e non più urticanti.

Nei vacuoli troviamo, l’istamina, la serotonina e l’acido formico. Sono appunto queste le sostanze responsabili dell’effetto urticante dell’ortica. Se si accarezzano le foglie nel verso dei peli, i vacuoli non si rompono e l’ortica non punge.

Torniamo a noi, nel frattempo ho sbucciato le patate, le ho ben lavate e grattugiate alla julienne, le ho versate in una capace padella con olio, rosmarino e salvia (raccolte sempre in giardino), e le ho messe a cuocere. Ho scolato ben benino l’ortica e l’ho aggiunta dopo 5 minuti alle patate, ho unito un pizzico di sale himalayano e continuato la cottura col coperchio per altri 10 minuti.

Dal frigorifero ho preso  delle uova, l’ho sbattute e ho inserito all’interno del piatto alcuni semi di sesamo e di girasole.

In secondo tempo ho aggiunto alle uova, le patate e l’ortica, ho mescolato bene, scaldato l’olio in una teglia antiaderente e ho cucinanto una magnifica e gustosa frittata.

Buon pranzo per oggi

 

 

 

 

Pak choi con patate e riso basmati, insaporito da erbe aromatiche fresche e spezie.

Pak choi con patate e riso basmati, insaporito da erbe aromatiche fresche e spezie.

Il pak choi, ricco di sali minerali, proteine, fibre, vitamina A e C e contiene pochi grassi, è un cavolo cinese caratterizzato da foglie carnose e croccanti, dal sapore delicato e leggermente amarognolo. Simile alla bietole, ma appartiene al genere Brassica, come il cavolo cappuccio, il cavolo nero, il cavolo verza, i broccoli, il cavolfiore. Il suo sapore è delicato.

Il pak choi è adatto anche a chi generalmente non gradisce gli altri tipi di cavoli. Io lo cucino solitamente con altre verdure o ortaggi, dà sapore alle altre verdure e si mescolano bene i vari sapori.

Ne faccio puree, frittate, sformati, minestre e risotti, piatti insaporiti sempre da erbe officinali e spezie.

Da provare, il piatto così cucinato sprigiona un gradevolissimo profumo ed è buonissimo.

Corsi di cucina personalizzati a domicilio, per ritrovare l’equilibrio fisico perso.

Daniela Di Leo Naturopata 338/5661604 Specializzata in Alimentazione Naturale, Fitoterapia e Depurazione